Amare in “Orizzontale”

Riporto una significativa riflessione pervenutami da una lettrice dei miei blog e di cui mantengo l’anonimato

Invito a commentare 

Mi ami in orizzontale per quello che ti faccio provare,perchè ti piaccio,perchè mi do’ senza riserve,perchè ti faccio stare bene,perchè davvero ti senti affezionato a me. Ma poi sai che in verticale l’amore non è solo quello e siccome è incompleto non mi ami. La prossima volta puoi dirmi “ti amo”. “ti adoro”…. ma aggiungi “in questo momento”. Quanto lavoro e quanta fatica faccio io per cercare di capire, per cose che dovresti spiegare tu perchè tu le hai dette. Non mi aiuti lo sai. Perchè chiedo e non rispondi, allora mi rispondo da sola.Se solo tu ci fossi……….Le seghe mentali nascono dalla tua assenza in questi momenti.Sono sensibile, e due minuti di delicatezza fanno più di un’ora di ruvidià che avvelena sia te che me.Hai preso il mio cuore, ne hai fatto ciò che hai voluto, e ora che mi accartocci e mi butti via vorresti che io accettassi il cestino dei rifiuti senza un lamento.Il cestino dei rifiuti non è il mio posto, mi alzo da sola e me ne esco da dentro, ma non puoi chiedermi di esserne felice.Finchè non lo proverai non portai saperlo. Ma la ruota gira, e solo il dolore ci insegna le cose.Non tutto il male viene per nuocere.Abbi almeno rispetto perchè la mia parte è più difficile della tua (distruzione/dolore/ricostruzione contro seccatura), eppure mi sto gestendo e controllando, lo sto facendo in maniera seria, in modo non solo da non tornare più indietro sui vecchi errori, ma anche di uscirne migliore.Chiedere una spiegazione e cercare un dialogo o un confronto più maturo.Una risposta chiara e immediata eviterebbe l’insorgere di dubbi, di paure.Da parte tua prestarsi sarebbe una forma di affetto, di empatia, di aiuto, ma è anche impegnativo…. molto più facile è lasciarsi andare all’impazienza e alla chiusura, perchè se pure hai infranto tutti i cristalli come un elefante potresti almeno dare responsabilmente una mano a sistemare……….Ho ascoltato tanti improperi senza avere modo di aprire bocca.Ora si che il discorso è sviscerato e chiuso, per me.

Dott. Roberto Cavaliere

Psicologo, Psicoterapeuta

Studio in Milano, Roma, Napoli e Vietri sul Mare (Sa)

per contatti e consulenze private (anche telefoniche e/o via Skype)tel.320-8573502 o email:cavaliere@iltuopsicologo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.